Sabato, 25 Novembre 2017

Fondazione Scienza e Tecnica

La Fondazione Enzo Hruby sostiene la protezione del patrimonio storico e scientifico della Fondazione Scienza e Tecnica

Fondazione Scienza e TecnicaFirenze è da sempre la culla della cultura italiana, una città che da sola ospita una grande percentuale del patrimonio storico artistico del nostro Paese. Tuttavia l’essere circondati da tanti luoghi di cultura di così alto pregio può portare, in alcuni casi, a darli per scontati e a sottovalutare l’importanza della loro tutela. La Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze, nata nel 1987 per iniziativa della Regione Toscana, della Provincia e del Comune di Firenze, opera da trent’anni per conservare, valorizzare e incrementare un patrimonio storico, scientifico e librario proveniente da tutta Europa e custodito in oltre un secolo di storia. In un imponente edificio in via Giusti, fortemente voluto dal Comune di Firenze nel 1891 per custodire le pregiate collezioni provenienti dall’ottocentesco Istituto Tecnico Toscano, la Fondazione Scienza e Tecnica custodisce una collezione unica in Italia di oltre cinquantamila oggetti tra raccolte naturalistiche, strumenti scientifici, modelli di macchine, prodotti manifatturieri e fondi librari di interesse storico. Il grande valore culturale di questi oggetti e dell’intero complesso - ben 2500 m² di superficie distribuiti su cinque livelli - rendono evidente l’importanza della loro protezione.
Fondazione Enzo Hruby ha pertanto sostenuto la realizzazione di un progetto di adeguamento dei sistemi di sicurezza della Fondazione Scienza e Tecnica attraverso l’utilizzo delle più avanzate tecnologie di sicurezza e di videosorveglianza. Il sistema, progettato e realizzato dalla Umbra Control di Perugia, società Amica della Fondazione, garantisce un adeguato livello di sicurezza e permette una maggiore valorizzazione dello straordinario patrimonio storico, artistico e scientifico in essa contenuto. L’intervento è stato realizzato mediante l’installazione di telecamere Day&Night antivandalo ad alta risoluzione con illuminatori IR integrati, che permettono una perfetta visibilità delle aree videosorvegliate anche di notte. Le telecamere sono distribuite tra la sala espositiva, le aule didattiche e i corridoi che si trovano all’interno dell’edificio, altre sono collocate invece all’esterno, a protezione dello stabile. L’intero sistema di videosorveglianza è collegato a un videoregistratore di ultima generazione che permette la registrazione delle immagini h24, 365 giorni/anno, e consente la trasmissione delle immagini su rete digitale.
“In una città come Firenze, ricca di opere d’arte di rinomato pregio storico artistico, la Fondazione Scienza e Tecnica rappresenta una piacevole scoperta per il suo costante impegno nel promuovere e diffondere l’importanza della cultura scientifica, tecnologica e artistica come valore aggiunto e occasione di crescita personale – ha dichiarato Carlo Hruby Vice Presidente della Fondazione Enzo Hruby – Questa importante realtà tuttavia è ancora troppo poco conosciuta dai visitatori della città di Firenze e merita di essere promossa e valorizzata. Grazie all’incontro con Donatella Lippi, Presidente della Fondazione Scienza e Tecnica è nata un’intensa collaborazione che ha permesso di offrire un adeguato sistema di protezione alla prestigiosa collezione dell’Istituto Tecnico Toscano. Ci auguriamo che questo progetto possa consentire di accogliere in sicurezza un numero sempre maggiore di visitatori, che desiderano scoprire quanto sono numerosi e diversificati i tesori custoditi a Firenze”.
“Quando, al termine della dinastia medicea, i Lorena subentrarono nel governo della Toscana, Anna Maria Luisa de’ Medici stipulò con la nuova dinastia regnante il Patto di Famiglia. In base a questo accordo, tutte le collezioni dovevano rimanere a Firenze, per tre ragioni precise: per ornamento dello Stato, per utilità del Pubblico e per attirare la curiosità dei Forestieri - ha sottolineato Donatella Lippi, Presidente della Fondazione Scienza e Tecnica, che ha poi aggiunto - in queste parole, è sintetizzata la vocazione di ogni entità museale, come bene comune da tutelare e valorizzare. La Fondazione Scienza e Tecnica, depositaria delle collezioni dell’antico Istituto Tecnico Toscano, ha trovato nella Fondazione Hruby una generosa alleata, per custodire questo patrimonio e, nello stesso tempo, per educare al rispetto verso la res publica, verso ciò che è di tutti, in nome di una consapevolezza che è, in fondo, il senso stesso dello Stato”.

RASSEGNA STAMPA